Ultime News

26 Novembre 2019

Si informa che è in pubblicazione nella sezione "Bandi di gara e contratti" l'avviso di asta pubblica per la vendita dell’immobile denominato “...

20 Novembre 2019

La Città metropolitana ha approvato con decreto del Sindaco Luigi Brugnaro il progetto definitivo/esecutivo per due interventi di risanamento...

12 Novembre 2019

Palestra nuovamente agibile e a disposizione dell’attività didattica per gli studenti del Liceo Foscarini di Venezia.

24 Ottobre 2019

Nell’ambito del progetto interreg Italia-Croazia “HISTORIC” finanziato dal programma interreg italia-croazia, di cui la Città metropolitana è...

Sopralluogo al Liceo Foscarini di Venezia: investimenti per un mln di euro

20 Febbraio 2013

 
Martedì 19 febbraio la presidente della Provincia di Venezia Francesca Zaccariotto ha effettuato un sopralluogo al liceo classico M. Foscarini di Venezia.
 
Assieme alla presidente Zaccariotto erano presenti gli assessori provinciali all’edilizia scolastica Giacomo Gasparotto e all’Istruzione Claudio Tessari, il dirigente del settore Andrea Menin, e Manuel Basso responsabile dell’edilizia per Venezia centro storico. Ad accogliere la delegazione della Provincia il dirigente scolastico Rocco Fiano e l’architetto Alessandro Pedron autore del progetto di realizzazione di tre nuove aule con criteri di bioedilizia, a basso impatto ambientale con valutazione energetica di classe A.
 
Il liceo classico, europeo e convitto nazionale “Marco Foscarini” è la più antica scuola di Venezia fondata nel 1805 da Napoleone nell’ambito dell’ex convento millenario di Santa Caterina nel sestiere di Cannaregio, ancor oggi una delle maggiori realtà scolastiche della città: 45 mila metri cubi, 1.100 studenti, 45 classi, 60 studenti ospitati all’interno del convitto – tra scuola elementare, media, liceo classico e il nuovo liceo europeo.
 
Presidente Zaccariotto: «Proseguiamo gli incontri con i dirigenti scolastici e con i docenti per confrontarci sui progetti in corso, e sui nuovi interventi da realizzare per rendere sempre più agibili, vivibili e sicure le nostre scuole. Sono rimasta favorevolmente colpita dalla cura, dall’organizzazione e gestione di questo liceo-convitto, il cui plauso va al preside professor Fiano e al corpo docente.
 
Sono consapevole della situazione delicata degli istituti di Venezia centro storico, in particolare quelli ospitati in palazzi o complessi d’epoca che necessitano continuamente di interventi mirati, oltre che di restauro conservativo. I numeri del Foscarini sono importanti, fanno di questa realtà scolastica la prima di Venezia.
 
Dopo aver risistemato le coperture dei tetti, i serramenti le finestre e le pavimentazioni interne, puntiamo ora alla sicurezza dell’impianto elettrico, per l’ottenimento del cpi, il certificato di prevenzione incendi. Qui investiremo circa 1 milione di euro complessivamente, e guardando al complesso degli istituti superiori, che abbiamo ereditato dalla passata amministrazione in pessime condizioni, dall’anno del mio insediamento sono stati investiti ad oggi circa 64 milioni di euro».
 
Assessore Gasparotto: «Il convento e la chiesa di Santa Caterina, sedi della scuola, per la tipologia di fabbricato ma anche per il contesto urbano in cui è inserita richiede notevoli cure e importanti manutenzioni. Nell’ultimo anno la Provincia di Venezia ha investito risorse per diverse opere: rifacimento di parte della copertura per circa 210 mila euro, manutenzione agli impianti della mensa per circa 15 mila euro, manutenzione e sostituzione di serramenti per circa 169 mila euro, rifacimenti di servizi igienici per circa 60 mila euro.
 
Accanto a questi lavori è previsto a breve l’avvio di un cantiere per il rifacimento di una scala esterna di cui si è ricevuto da poco l’autorizzazione della Soprintendenza, per una spesa di circa 35 mila euro. Questa serie di interventi, per quasi mezzo milione di euro, non sono però esaustivi per il pieno recupero del complesso e per la sua conservazione come bene architettonico, in particolare stiamo progettando alcuni lavori di adeguamento dell’impianto elettrico, la messa in sicurezza delle vie di fuga, il completamento dell’impianto di spegnimento incendi, la manutenzione straordinaria delle parti architettoniche, il rifacimento della pavimentazione del chiostro e la rimozione di vecchi intonaci pericolosi».
 
Assessore Tessari: «Il complesso del liceo Foscarini è una realtà molto viva a Venezia. E’ costituito da vari corpi di fabbrica come le aule per tre corsi scolastici, una mensa, una cucina, un convitto, alcune palestre, una chiesa che ospita anche moderne aule, un chiostro rinascimentale, impianti sportivi esterni, insomma la manutenzione straordinaria riguarda un vero e proprio isolato nel cuore della città, che va dalle fondamenta del rio di Santa Caterina alle Fondamenta Nove, un tratto lungo qualche centinaio di metri, con migliaia di metri quadrati di superficie dedicati da oltre 200 anni all’attività scolastica. Il nostro impegno, come si può ben capire, è rivolto soprattutto ai bisogni dei ragazzi affinché possano affrontare le attività scolastiche nel miglior modo possibile, anche attraverso programmi di educazione e sensibilizzazione al rispetto del bene scolastico».
 
Dirigente scolastico Fiano: «Assieme al personale scolastico stiamo facendo in modo che la stima e il prestigio di questa scuola non venga mai meno, soprattutto in chi la frequenta. Stiamo effettuando lavori che prevedono il ripristino di un’ala che era stata abbattuta nel 1940, dove ricaveremo 15 nuove aule. In questo contiamo anche sull’aiuto della Provincia, con cui abbiamo un ottimo rapporto di collaborazione; il resto delle risorse le stiamo recuperando direttamente come scuola, anche attraverso la nuova associazione “Amici del Foscarini”, a cui potrà andare il 5 per mille, e altre iniziative culturali e sportive».  
 
Architetto Pedron: «Le nuove aule sono state realizzate in legno con criteri di bioedilizia, semplicemente perché a Venezia è la tecnica migliore da utilizzare: più sostenibile, più leggera, più veloce nella realizzazione del manufatto, più economica, perché abbatte i costi della logistica e del trasporto».
 
 
***
 
Scheda tecnica
 
GLI INTERVENTI DELLA PROVINCIA IN DETTAGLIO
 
Il convitto nazionale e Liceo “M. Foscarini” ospita per l’anno 2012/2013 1.050 studenti.
 
Interventi eseguiti nel 2012:
• manutenzione straordinaria della copertura e degli intonaci esterni 210.000 euro
• manutenzione del sistema di espulsione dei fumi della cucina circa 15.000 euro
• manutenzioni ordinarie e sostituzione di serramenti 169.000 euro
 
Interventi in corso:
• manutenzione straordinaria dei servi igienici 60.000 euro
Gli interventi previsti nel corso del 2013 - 2014, per un importo complessivo di 1.000.000 euro (un milione), sono i seguenti:
• opere per l’ottenimento del Certificato prevenzione incendi 700.000 euro
• manutenzione straordinaria chiostro 150.000 euro
• manutenzione ordinaria per rifacimento intonaci ammalorati (area chiostro) 50.000           euro• rifacimento impianto elettrico area uffici piano primo 100.000 euro.

CITTA' METROPOLITANA DI VENEZIA
SERVIZIO PATRIMONIO