Ultime News

15 Luglio 2020

Il Sindaco Luigi Brugnaro,  con decreto della Città metropolitana, ha approvato il progetto definitivo per avviare i lavori di adeguamento sismico...

10 Luglio 2020

La Città metropolitana comunica che lunedì 13 luglio avranno inizio i lavori di risanamento e ripristino del ponte sul Brenta in località Sandon,...

9 Luglio 2020

Si sono concluse in questi giorni da parte della Città metropolitana le attività del cantiere a completamento dell’intervento sul ponte “Negrelli...

1 Luglio 2020

Oggi mercoledì 1 luglio La Città metropolitana ha consegnato i lavori alla ditta incaricata di eseguire i lavori del nuovo tratto di 615 metri di...

Nuovo laboratorio cucina e altre sei aule a Mestre per il Barbarigo

3 Aprile 2014

In Provincia di Venezia nella sede di Ca’ Corner a Venezia si è riunita la quarta commissione provinciale  (Lavori pubblici, Legge speciale, Viabilità, Espropri) presieduta dal consigliere Emiliano Teso per la presentazione del progetto definitivo dei lavori denominato “Ex istituto Gritti di Mestre. Adeguamento funzionale per la realizzazione del laboratorio cucina ad uso succursale dell’istituto Barbarigo” per una spesa complessiva di euro 200.000,00 prevista nel bilancio 2013.
Ha partecipato ai lavori il tecnico provinciale Livio Rigo che ne ha illustrato gli aspetti principali alla commissione.
 
Il progetto prevede l’adeguamento di un edificio dell’istituto superiore Gritti di Mestre non più in uso, per adibirlo a succursale dell’istituto Barbarigo con la realizzazione di una cucina didattica e alcuni interventi previsti dalla normativa in tema di sicurezza (spogliatoi, servizi igienici, sistemi di areazione con cappe di aspirazione, vie di fuga e uscite di sicurezza), oltre a 6 nuove aule per ampliare l’offerta formativa. 
 
In chiusura dei lavori il presidente della commissione Emiliano Teso (I 300): «Continuano gli interventi della Provincia di Venezia destinati a garantire la sicurezza gli edifici scolastici che ne costituiscono il patrimonio, a fornire strutture adeguate e funzionali alla didattica e a favorire un utilizzo razionale degli spazi, per ampliare l’offerta formativa».

CITTA' METROPOLITANA DI VENEZIA
SERVIZIO PATRIMONIO