Ultime News

15 Luglio 2020

Il Sindaco Luigi Brugnaro,  con decreto della Città metropolitana, ha approvato il progetto definitivo per avviare i lavori di adeguamento sismico...

10 Luglio 2020

La Città metropolitana comunica che lunedì 13 luglio avranno inizio i lavori di risanamento e ripristino del ponte sul Brenta in località Sandon,...

9 Luglio 2020

Si sono concluse in questi giorni da parte della Città metropolitana le attività del cantiere a completamento dell’intervento sul ponte “Negrelli...

1 Luglio 2020

Oggi mercoledì 1 luglio La Città metropolitana ha consegnato i lavori alla ditta incaricata di eseguire i lavori del nuovo tratto di 615 metri di...

I.T. "S. Venier" - I.P. "Giorgio Cini" e convitto annesso - Ex Convento di San Giuseppe

Denominazione Generale :
I.T. "S. Venier" - I.P. "Giorgio Cini" e convitto annesso - Ex Convento di San Giuseppe
Tipo immobile:
Edifici scolastici
Indirizzo:
Castello 787/A
Comune:
Venezia - Centro Storico
Ubicazione:

Consistenza:

La consistenza dell'istituto scolastico, che comprende oltre alla scuola due palestre ed un auditorium, è pari a 10.830 mq, distribuita su più piani ed area a verde di 545 mq.

Vincoli:

L'immobile è tutelato da vincolo ex L.1089/'39 art.1, ora D. Lgs. 42/2004, art. 10

Note storiche:

La fondazione della chiesa e dell'attiguo monastero di San Giuseppe, nella parrocchia di San Pietro di Castello, risale al 1512 . Nel 1604 il monastero si amplia su di un terreno di proprietà del vicino ospedale, dato in concessione alle monache agostiniane per la realizzazione di un nuovo dormitorio per le monache e di una infermeria per "li poveri amalati" . Nelle rappresentazioni del XVII e XVIII sec. il monastero assume una forma poco veritiera ad "L", con fabbricati solo lungo il fianco sud della chiesa e lungo il confine col Campo, poiché la clausura da una parte e la chiusura degli affacci dei campanili della zona dell'Arsenale dall'altra, non consentivano una lettura completa del complesso dall'esterno. Il campanile della chiesa risale al 1744. In epoca napoleonica avvengono le trasformazioni urbane di maggior rilievo, con l'abbattimento della chiesa di San Nicolò e dell'attiguo "Ospitale di Marina" per far posto ai Giardini di Giannantonio Selva (e conseguente tombamento del rio di S. Anna). Il monastero risulta composto (catasto napoleonico 1808) da n.3 chiostri e dal cortile dietro la chiesa anch'esso chiuso da fabbricati, oltre ad un vasto orto lungo il confine est fronteggiante la laguna. E' indicata pure una cappella comunicante col monastero. Soppresso nel 1810 l'ordine delle agostiniane le autorità decidono di trasferirvi una comunità di monache salesiane con il compito di istituirvi un collegio per l'educazione delle fanciulle. Nel 1913, dopo l'acquisizione dell'immobile da parte del Demanio, il complesso viene destinato all'uso scolastico con conseguenti opere di adeguamento esplicitate in un progetto . Lo stato di fatto ricalca la descrizione documentata nel 1810. Le modifiche principali riguardano: a) nuovi accessi (un nuovo accesso dal rio terà S. Giuseppe, oggi ingresso principale "Venier"); b) modificazione delle dimensioni degli ambienti principali (in particolare si demoliscono le murature interne dei porticati del chiostro centrale, quello più antico, per poter formare, mediante nuovi muri di spina, i nuovi locali da destinare alla didattica che saranno illuminati direttamente dai serramenti inseriti nelle arcate; c) conseguente rifacimento dei solai lignei; d) diversa forometria di facciata; e) chiusura dell'andito monumentale di collegamento con la chiesa che diviene una cappella della chiesa stessa; f) nuovi impianti tecnologici. Dopo un primo stralcio lavori tra il 1913 1 il '15, per la ripresa e il completamento del programma bisogna attendere al dopoguerra (vedi il progetto datato 1923). Nell'ultimo dopoguerra un area ad est del monastero è stata ceduta all'Istituto Autonomo Case Popolari per la costruzione di alloggi (1950) che pure vi costruisce a proprio carico il muro di confine. La restante parte dell'area scoperta ospita dal 1974 una palestra (che l'attuale mappa catastale ancora non riporta ma è in fase di aggiornamento). (note storiche Arch. G. Perin)

Foto:
Istituto Tecnico Nautico Cini - Venier, Istituto Tecnico Nautico Cini - Venier, Istituto Tecnico Nautico Cini - Venier, Istituto Tecnico Nautico Cini - Venier, Istituto Tecnico Nautico Cini - Venier, Istituto Tecnico Nautico Cini - Venier, Istituto Tecnico Nautico Cini - Venier, Istituto Tecnico Nautico Cini - Venier, Istituto Tecnico Nautico Cini - Venier, Istituto Tecnico Nautico Cini - Venier, Istituto Tecnico Nautico Cini - Venier, Istituto Tecnico Nautico Cini - Venier, Istituto Tecnico Nautico Cini - Venier, Istituto Tecnico Nautico Cini - Venier

CITTA' METROPOLITANA DI VENEZIA
SERVIZIO PATRIMONIO